Nomination LIEBSTER AWARD

La mail mi è arrivata il giorno di pasquetta ma non avendo ben capito come funzionasse la cosa c’ho messo un po’ ad elaborare il tutto.Prima di tutto ringrazio “FoodFreestyle” (qui il suo blog) per aver nominato “Medioevo e Creatività” per il Premio Liebster.

lieb

copio le istruzioni così come le ha scritte a me.

Le regole sono semplici:
1- Ringraziare e mettere il collegamento all’autore del sito che ci ha assegnato il premio
2- Rispondere alle 10 domande poste da chi ci ha nominato
3- Nominare altri 10 siti
4- Proporre ai nostri candidati 10 domande
5- Andare sui singoli siti e comunicare loro la nomina

 

Ecco le domande che FoodFreestyle ha posto ai suoi nominati con le mie risposte:

1) Se fossi un cibo, cosa saresti?

Di certo un cibo piuttosto grasso…una polenta con i formaggi credo.

2) Preferisci cucinare in compagnia o da solo?

Da sola, non sopporto mia madre quando mi dice che fare, ma d’altro canto amo cucinare in compagnia quando questo significa vivere la cucina, fare la pasta in casa, i cappelletti prima di natale, la salsa d’estate…

3) Se potessi ti trasferiresti in un altro paese? Quale e perchè?

In Germania, adoro la loro cucina, la natura, la cultura e soprattutto LA FAUNA (ahahahahahah!!!)

4) Cosa ami fare quando non sei tra i fornelli?

Cucio, sto’ frequentando una scuola di modellistica sartoriale; faccio rievocazioni storiche, medievali e rinascimentali e più in generale amo apprendere, qualunque cosa, adoro imparare.

5) Ti piacciono i reality show di cucina? Parteciperesti?

Non li amo molto. Mi sembrano un po’ artefatti. Preferisco il caro vecchio programma su Alice con le vecchine che spiegano.

6) Qual’è stato il luogo (città, regione o paese) in cui hai mangato meglio?

Il Trentino, adoro la cucina “montanara”: polenta, capriolo (selvaggina da pelo in genere), burro….leggera insomma

7) Qual’è la cosa più strana che hai assaggiato o cucinato?

Per me strano significa LUMACHE, non mi piacciono e mi ha dato fastidio cucinarle.

8) Puoi consigliarmi una fiera e/o evento foodie che ti è piaciuto particolarmente? Perchè?

L’Artigiano in Fiera di Milano è carina se di vuole assaggiare specialità di tutto il mondo senza allontanarsi troppo e L’IBF (Italian Beer Fest) dove assaggiare birra artigianale di moltissimi micro birrifici.

9) Quale potrebbe essere un piccolo gesto concreto verso la sostenibilità?

Mangiare meno carne, variare molto l’alimentazione e soprattutto non sprecare il cibo.

10) Quant’è importante per te l’abbinamento tra cibo e vino?

Bevo veramente poco e reggo anche meno, quindi non troppo importante.

 

Nomino per il Liebster Award questi blog che seguo:

1) La Pappa Pronta

2) Sale Quanto Basta

3) Food Love Couture

4) Amore Zucchero e Cannella

5) Pasta e Ricette

6) I Dolci di Manu

7) Merenda alla Carlotta

8) I Sapori di B

9) The Little Pots

10) Cosa Bolle in Pentola

 

Ed ecco le domande che pongo loro

1) Cosa ti ha portato a scrivere un blog di cucina?

2) Qual è il tuo piatto preferito?

3) Qual è il piatto che ti riesce meglio?

4) E quello che proprio non ti riesce?

5) Qual è il tuo ricordo più bello in cucina?

6) Preferisci cucinare da solo o in compagnia? (domanda postami che mi è piaciuta molto)

7) Chi o cosa ti ha fatto amare la cucina?

8) Quale è la cosa più importante in una cucina?

9) Hai altre passioni al di fuori della cucina?

10) Come fai a conciliare lavoro e passioni?

 

Grazie della partecipazione!

Patate al forno #cucina

Mio fratello ha invitato a cena un amico e non avevo il contorno, dovendo già accendere il forno ho pensato: patate al forno…un classico che piace a tutti.

Ingredienti:
– 1kg di patate
– olio
– sale
– rosmarino
– aceto

Cuciniamo:
Pelo le patate

image

E le taglio a pezzi di circa la stessa dimensione

image

Metto una pentola di acqua salata sul fuoco

image

Quando bolle aggiungo un cucchiaio di aceto e le patate.

image

Intanto preparo una teglia con un filo d’olio

wpid-20140426_194719.jpg

Quando l’ acqua riprende il bollore, conto dieci minuti a quel punto scolo le patate e le metto nella teglia con rosmarino, olio e sale

wpid-20140426_195457.jpg

Metto in forno a 200 gradi per  mezz’ora.

image

Spaghetti spezzati, fagiolini e cipolla soffritta #cucina

Già nel titolo c’è tutta la ricetta, una ricetta semplice e fresca.

INGREDIENTI:
– fagiolini freschi
– cipolla dorata
– spaghetti
– sale
– pepe
– olio

Le quantità: i rapporto spaghetti:fagiolini deve essere di 1:1 quindi a seconda di quanta pasta buttate (viste le abitudini e quante persone siete)

image

CUCINIAMO:
Togliamo testa e sedere ai fagioli e laviamoli

image

Portiamo una pentola piena di acqua salata ad ebollizione.
Al bollore buttiamo i fagiolini e facciamole cucinare

image

Una volta cotti togliamoli dall’acqua senza buttare quest’ultima,  ci servirà per cucinare la pasta.
Tagliamo la cipolla a metà e poi a dischi non troppo sottili

image

Tagliamo i fagioli a pezzi di circa 3-4 cm.

image

Ora…spezziamo gli spaghetti

image

E quando l’acqua bolle buttiamoli,  nel frattempo facciamo soffriggere la cipolla.
Quando gli spaghetti saranno cotti scolarli ed unire i fagiolini, la cipolla e abbondante pepe.

BUON APPETITO!!!

Pastiera napoletana #cucina

Per pasqua sono stata invitata a pranzo dai genitori del mio fidanzato e per non presentarmi a mani vuote ho deciso di cucinare un classico pasquale: la PASTIERA NAPOLETANA.
Esistono moltissime varianti, questa è la mia.

Ingredienti:
PER LA FROLLA:
– 250 gr farina 00
– 125 gr burro
– 100 gr zucchero
– 2 uova ( uno intero e un tuorlo)
– una bustina di vanillina

PER IL RIPIENO:
– 250 gr grano precotto (lo so, mia zia direbbe che il grano va cotto in casa…ma è un lavoraccio)
– 350 gr ricotta ( a questo riguardo ci sono varie scuola di pensiero chi usa quella di pecora, chi di mucca, chi metà e metà; io personalmente preferisco quella vaccina)
– 200 gr zucchero
– 4 uova ( 2 intere e 2 tuorli)
– 30 gr burro
– 200 ml latte intero
– 25 ml di acqua di fiori di arancio
– 1 cucchiaino di cannella
– 50 gr cedro candito
– 50 gr arance candite
– 1 bacca di vaniglia
– 1 limone naturale

prepariamo la frolla:
Mettiamo in un frullatore la farina, il burro tagliato a pezzi, lo zucchero ed un pizzico di sale.
burro, zucchero, farina

Frullare fino ad ottenere un impasto sabbioso, ci vuole davvero un istante.

impasto sabbioso

Mettere a fontana su un piano di lavoro

a fontana

Aggiungere vanillina, l’uovo ed il tuorlo

aggiungo l'uovo

Lavorare l’impasto in fretta. Dopodiché mettere il panetto subito in frigo dentro alla pellicola.

impasto nella pellicola

La frolla ora deve riposare almeno un’oretta.

Cuciniamo il ripieno:
Mettete in un tegame il latte, il grano, il burro, la scorsa del limone grattugiata

sul fuoco

Mescolare in continuazione il tutto fino ad ebollizione ( se la cosa vi stufa trovate un volontario che mescoli)

mescolare

Ora a me non piace il grano intero nella pastiera quindi frullo con frullatore ad immersione il composto ottenuto (lo so, molti vorranno attentare alla mia vita ma a me piace così :-p )

Mettiamo la crema ottenuta in una ciotola.

crema

Nel mixer frullo uova, ricotta,  zucchero, cannella, fiori d’arancio e i semi della bacca di vaniglia.
Aggiungo il composto ottenuto alla crema di grano, mescolo e aggiungo i canditi ( a molti i canditi non piacciono,  in tal caso, non metteteli)

Ora…imburriamo una teglia (io per comodità uso una di quelle col cerchio apribile) di circa 26 cm di diametro.
Stendiamo la frolla e formiamo il fondo ed i bordi della torta

frolla nella tortiera

Versiamo il ripieno (che risulta molle ma è giusto cosi)
E decoriamo con delle strisce di frolla a modi crostata (questa operazione non mi riesce troppo bene)

prima di infornare

Inforniamo per 60 minuti a 180gradi.
Una volta cotta la torta rimane sempre un po mollica,  si indurira raffreddandosi.
Lasciamo raffreddore e, volendo, decoriamo con zucchero a velo.

pastiera pronta

Seppioline in umido con piselli #cucina

Le seppie in umido sono un piatto che amo molto. Caldo, sfizioso e semplice da preparare.

image

ingredienti:

  • 1kg di seppioline fresche
  • 500 gr di piselli freschi (io li ho fatti sgranare a mio padre 😛 )
  • cipolla dorata
  • pomodori pelati
  • prezzemolo
  • dado vegetale o se avete tempo fumetto di pesce
  • vino bianco
  • sale
  • pepe
  • olio

 

cuciniamo:

partiamo lavando le seppioline

image

 

le seppioline sono piccole, tenere e semplici da pulire, basta tagliare i tentacoli dal resto del corpo e affettare il tutto.

image

 

mettiamo la cipolla e il prezzemolo a soffriggere nell’olio.

image

aggiungiamo le seppioline e facciamole insaporire.

image

sfumiamo con del vino bianco e quando questo è evaporato aggiungiamo i piselli, saliamo e pepiamo
image

i pelati, il brodo e facciamo cuocere a fuoco vivace per mezz’ora.

image